RISTRUTTURAZIONE

Valutare la consistenza dell'oggetto architettonico preesistente su cui si interviene significa dedurne le capacità recettive e la specifica attitudine a subire degli interventi mirati.
Ma sarà necessario confrontare la reale possibilità della trasformazione delle architetture preesistenti rispettando la loro fisionomia originaria e valutando il loro valore storico, allo scopo di rendere omogenee ed integrate le azioni di rinnovamento, senza sconvolgere la sostanza dell'edificio e l'equilibrio degli spazi: in sostanza il segreto sta nel desumere dall'esistente le linee guida dell'opera di ristrutturazione.

X