immobile_158
immobile_159
immobile_160
immobile_161
immobile_162
immobile_158
immobile_159
immobile_160
immobile_161
immobile_162
salita di Castel Giubileo
Una importante società di affissioni pubblicitarie ha commissionato la ristrutturazione del suo stabile destinato in origine alle lavorazioni e ora trasformato per accogliere anche gli uffici: il progetto eseguito in collaborazione con lo studio dell'architetto Bellardi ha prodotto spazi piacevoli che uniscono in maniera organica gli ambienti lavorativi con quelli di studio.
immobile_115
immobile_67
immobile_68
immobile_41
immobile_42
immobile_115
immobile_67
immobile_68
immobile_41
immobile_42
PIAZZA DI ANZIO
Il fine del lavoro era quello di ottenere una riqualificazione del centro storico e commerciale della città, affrontando i tre aspetti specifici del problema: quello storico-urbanistico, quello architettonico e quello dell'arredo urbano. La filosofia dell'intervento è stata quella di realizzare all'interno del perimetro urbano assegnato un "unicum" urbanistico omogeneo, pur nel mantenimento delle differenti caratteristiche delle due piazze contigue. La nuova sistemazione di esse, che rappresentano il fulcro dell'intera area pedonale, condizionerà l'intero assetto del centro urbano: infatti la posizione baricentrica delle piazze, la loro funzione di collegamento tra mare e città, gli elementi storico-architettonici che su di esse incombono ed i forti segni urbani lasciati dall'evoluzione cittadina hanno imposto uno studio rigoroso sulla originaria morfologia degli spazi, sulle loro destinazioni funzionali e sulla scelta dei materiali da usare. Piazza Pia, spazio chiuso, protetto dalle quinte degli edifici, riconferma la propria vocazione a contenitore di attività legate strettamente all'aspetto ufficiale della vita cittadina, mentre la Piazza Garibaldi, vivendo in stretta relazione con il mare, la cui presenza diviene elemento dominante del disegno urbano, sottollinea il protendersi della città verso l'esterno, alla ricerca di quelle proiezioni vitali che sono l'elemento specifico dell'evoluzione delle città marinare. La continuità formale delle due piazze è stata realizzata attraverso la realizzazione di una pavimentazione omogenea e coordinata sia nel disegno che nei materiali impiegati: selci e travertino. Nella zona di collegamento è stato realizzato un percorso pedonale fortemente qualificato morfologicamente, mentre l'esigenza di inserire all'interno dello spazio di Piazza Pia un segno in grado di richiamare l'attenzione verso il centro dello spazio, ha determinato la realizzazione di complesso giardinato corredato da una fontana circondata da un sistema di fioriere fisse che integrano e rapportano alle masse solide gli attuali elemnti arborei perimetrali. Per Piazza Garibaldi lo spostamento verso il mare del Monumento ai Caduti metterà in stretta relazione la memoria storica degli eventi legati all'ultima guerra e gli episodi legati alla vita dei marinai. Il lavoro, finalizzato al recupero degli spazi ed al loro riutilizzo organico, nel rispetto delle abitudini locali, contribuisce alla creazione di un ambiente urbano finalmente vivibile ed idoneo allo sviluppo del centro della città, qualificandola sia sotto l'aspetto culturale che turistico e commerciale.
immobile_36
immobile_37
immobile_38
immobile_39
immobile_40
immobile_36
immobile_37
immobile_38
immobile_39
immobile_40
CASALE VEIANO
Da un antico casale rurale abbandonato, è stata realizzata una organica struttura che conserva il carattere tipico degli edifici della zona, intervenendo sugli elementi portanti, sulle coperture, sull'esterno, e sull'arredo degli ambienti interni, in modo da produrre spazi facilmente fruibili e ricchi di testimonianze della cultura locale.
immobile_44
immobile_65
immobile_66
immobile_44
immobile_65
immobile_66
ESTERNO FARNESINA
La situazione degli spazi esterni che delimitano una villa monofamiliare alla Farnesina a Roma, ha direzionato il lavoro di progettazione verso una soluzione che tenesse conto del recupero della percorribilià perimetrale delle aree, razionalizzasse gli spazi giardinati e quelli pavimentati, e invitasse a prendere in considerazione l'importanza degli accessi, anche tenendo conto della massa della struttura abitativa attigua: ne è risultata una scalinata integrata nel verde e collocata in modo da rendere più agevole e sicuramente più prestigioso l'accesso al piano giardino.
immobile_113
immobile_114
immobile_113
immobile_114
VIA VIPERA
immobile_116
immobile_116
VIA DEL TRAFORO
immobile_117
immobile_117
VIA CRISPI
immobile_118
immobile_118
VIA NAZIONALE
immobile_119
immobile_119
VIALE TIZIANO
immobile_120
immobile_120
VIA GOVONI
immobile_121
immobile_121
VIA MONTASIO
X